• Come un abito cucito su misura, i nostri progetti software uniscono le potenzialità di tecnologie innovative alle specifiche esigenze del cliente.

    Showcase progetti
  • Analizziamo e razionalizziamo con il cliente i processi e le attività della propria azienda, per poi seguirlo nella scelta delle giuste strategie IT da adottare.

    Le nostre competenze
  • Crediamo nelle potenzialità di un percorso formativo che unisca forti basi teoriche e metodologiche ad una continua applicazione pratica di quanto si apprende.

    Dettaglio dei corsi
  • Progettiamo e sviluppiamo sistemi e progetti basati su dispositivi mobile consumer (iPhone, Windows Phone 7 Series), industriali (Windows CE) e custom (basati su microcontrollori 8/16/32 bit).

    Approfondimenti
 

Visual Studio 2010 – Prime impressioni sulla Beta 2

October 28, 2009 16:28 by L.Maiorfi

Come sicuramente oramai avrete appreso dai numerosissimi blog e siti web che ne hanno dato notizia, nelle scorse settimane è stato reso disponibile il download di una nuova versione beta dell’ambiente di sviluppo di riferimento su piattaforma Microsoft.

Il nuovo aggiornamento di Visual Studio farà parte di un salto generazionale di gran lunga più consistente di quanto è avvenuto con il rilascio della versione 2008, in quanto per la prima volta da 5 anni a questa parte assisteremo alla pubblicazione di una nuova runtime (la versione 3.5 del Framework utilizza infatti i componenti “core” di .NET 2.0), denominata con ammirevole fantasia .NET 4.0.

Sono moltissime le novità introdotte, letteralmente a 360 gradi, da Microsoft con questa nuova “sessione” di rilasci che avrà luogo molto probabilmente nel mese di Marzo 2010, ed è quindi molto difficile orientarsi nel tentativo di distinguere quello che effettivamente cambierà il modo di sviluppare applicazioni per chi fa questo come attività professionale rispetto alle novità che invece dimenticheremo dopo i primi minuti di utilizzo (qualcuno si ricorda dell’eco data dalle prime recensioni di Visual Studio 2005 alla funzionalità che evidenziava in giallo e verde le righe modificate o aggiunte ad un sorgente tra un salvataggio ed il successivo?).

Ad ogni modo, da qualche parte bisognava pure iniziare e noi abbiamo installato il nuovo Visual Studio all’interno di una macchina virtuale VirtualBox con sistema operativo Windows 7 Starter Edition (il tutto all’interno di una macchina fisica Vista 64 con 4Gb di ram).

Le prime impressioni, che vogliamo condividere attraverso qualche screenshot, non possono non tenere conto della completa riscrittura dell’IDE, che ora utilizza WPF, che ora vanta un’interfaccia utente molto più ricca ma, a dire il vero, anche sensibilmente più lenta, anche se su questo punto converrà esprimersi solo una volta valutata la versione definitiva e in un ambiente non virtualizzato.

Il primo screenshot si riferisce ad una panoramica dell’editor testuale (C# e XAML nell’esempio riportato) che grazie alla versione di WPF contenuta in .NET 4 raggiunge dei livelli di leggibilità del testo su LCD veramente notevoli, anche a dimensioni relativamente piccole (8 e inferiori).

Editor

Nella seconda immagine abbiamo riportato una piccola testimonianza di quello che crediamo migliorerà la vita di chi come noi spende molte ore del proprio tempo facendo debugging (non perché il software scritto sia buggato, sia ben chiaro…), ossia la possibilità di “ancorare” un quickwatch alla riga contenente l’espressione sotto controllo, come il contenuto di textbox1.Text ed il parametro “e” nell’esempio sotto (notate il piccolo pushpin nel tooltip/quickwatch).

Quickwatch pinned

Da non trascurare poi la nuova suite di designer per la modellazione, in grado di produrre diagrammi UML quali Sequence, Class Diagram, grafi di dipendenza tra classi, namespace, assembly e molto altro.

3

Sono state integrate inoltre le funzionalità di editing T-SQL di SQL Server Management Studio 2008, come illustrato nell’immagine seguente:

4

Ultimo ma non ultimo, non è da trascurare che ogni nuova release di Visual Studio accorpa di fatto tutte le estensioni (o almeno quelle ufficiali) rilasciate successivamente all’ambiente di sviluppo, quali ad es. ASP.NET MVC e ASP.NET MVC 2, Silverlight 3, Azure SDK, ecc.

La lista dei template di progetto built-in è infatti molto nutrita:

Template progetti


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5